Come riconoscere un mobile antico dell’800

Riconoscere un mobile antico è il primo passo per fare un buon restauro.

 

Riconoscere il mobile che abbiamo davanti ci consente infatti di fare un progetto di restauro che tenga presente l’epoca, lo stile del mobile e le sue caratteristiche.

Un mobile intarsiato del 700 non lo restauriamo come un comodino della nonna impiallacciato. A seconda dell’epoca e del valore del mobile infatti faremo restauri differenti.

Se dobbiamo restaurare un mobile del 700 faremo un restauro il più possibile conservativo e useremo materiali come colle naturali, gommalacca e cera d’api. Se restauriamo o rinnoviamo un mobile del 900 possiamo anche usare colle e vernici moderne.

Per riconoscere un mobile bisogna imparare a guardare le sue caratterische formali e stilistiche. Ogni epoca e stile ha i suoi elementi decorativi tipici. Questi elementi sono come un alfabeto e saperli riconoscere ci consente di “leggere” il mobile come le pagine di un libro aperto.

Vediamo oggi insieme alcuni cassettoni dell’800 e impariamo a riconoscerne epoca e stile.

Stile Direttorio

Cassettone Direttorio.

Lo stile Direttorio è l’ultimo stile del 700, si tratta di uno stile Neoclassico molto semplificato. Dopo la Rivoluzione Francese si abbandonano i mobili riccamente intarsiati e decorati dello stile precedente (Luigi XVI) e si preferiscono mobili più sobri.

Stile Impero

Cassettone Impero.

Il primo stile dell’800 è l’Impero. Nasce ufficialmente nel 1805 con la salita al potere di Napoleone. Anche l’Impero è uno stile Neoclassico che si ispira a elementi decorativi del passato come le colonne.

Come riconoscere un mobile antico: il capitello dorato.

Questo cassettone Impero lombardo ha le colonne ebanizzate (dipinte di nero) e i capitelli dorati a foglia d’oro. Questi capitelli hanno una base in legno e le foglioline sono di pastiglia, una miscela di gesso e colla.

Stile Restaurazione

Cassettone Restaurazione.

Lo stile Restaurazione inizia dopo la caduta di Napoleone (1815) e viene chiamato anche Carlo X o Biedermeier a seconda delle caratteristiche e della nazione di origine. Questo è un cassettone Restaurazione italiano.

Come riconoscere un mobile antico: la serratura

Il mobile mantiene alcune caratteristiche tipiche del mobile Impero, come le parti ebanizzate in contrasto con il legno di noce. Anche le serrature e la ferramenta spesso sono ancora Impero come questa serratura a doppia mandata. Qui leggi un approfondimento sulle serrature antiche.

Stile Luigi Filippo

Cassettone Luigi Filippo.

Lo stile Luigi Filippo va dal 1830 al 1850 circa. Come vedi le forme si sono “arrotondate”, i piedi e le bocchette sono tornite, il primo cassetto ha la classica forma”a tulipano”. Una semplice cornice riquadra i tre cassetti.

Cassettone Luigi Filippo francese.

Questo è un Luigi Filippo francese, in genere si tratta di mobili molto eleganti con il frontale lastronato con essenze pregiate. Questo è rivestito con piuma di mogano e ha il marmo con il bordo sagomato.

Luigi Filippo tardo o Secondo 800

Cassettone secondo 800.

Lo stile che va dal 1850 al 1875 circa è chiamato in modo diverso dai vari autori. La caratteristica principale di questo stile è di avere lo spigolo smussato, spesso decorato con  foglie intagliate o torniture.

Umbertino o Eclettismo

Cassettone Eclettico.

Lo stile dell’ultimo quarto dell’800 si ispira a tutti gli stili del passato e per questo io lo chiamo Eclettismo. Come vedi questo cassettone ha l’impostazione di un cassettome Impero ma le colonne sono a torciglione.

Come riconoscere un mobile antico: la specchiera.

Questa forma a torciglione è tipicamente Barocca ed è stata molto ripresa alla fine dell’800. Il motivo a torciglione è stato ripreso anche nei sostegni della specchiera.

Anche la specchiera posta sopra il cassettone è tipica della fine dell’800 e rimarrà in auge fino agli anni 40 del 900. Spesso i cassettoni delle nostre nonne avevano una specchiera appoggiata sul piano.

Se anche tu ami il mobile antico e vuoi imparare a riconoscerne epoche e stili ti consiglio il manuale “Il mobile dell’800 in Italia: lo stile Impero” o il mio corso in DVD “La storia del mobile dal Gotico al Liberty”.

I corsi in DVD sono in offerta con lo sconto del 50%.

Trovi un percorso di approfondimento sulla storia del mobile antico nei miei Corsi Online. I corsi online ci sono dal 2008 e funzionano!

Il maestro Carlo

Le immagini di questo articolo sono tratte dai Corsi Online di storia del mobile tranne alcune che sono di Aste Cambi e Proantic che ringrazio.

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.