Corso di falegnameria: le sgorbie

Dopo gli articoli sul banco e gli scalpelli, oggi parliamo delle sgorbie. Sono gli attrezzi che si usano dal vero durante i corsi di falegnameria a Milano. Oltre allo scalpello infatti uno degli attrezzi da taglio base per il restauratore è la sgorbia. In questo articolo il Maestro ebanista e intagliatore, ti descrive le principali tipologie…

Ti ricordo che nel manuale “Falegnameria per tutti” ti svela tutti i segreti della falegnameria e che il manuale è disponibile anche in formato e-book

Le sgorbie e altri utensili per l’intaglio e la scultura.

Gli scalpelli da falegname hanno il tagliente dritto e squadrato rispetto alla lama, e quindi sono capaci per lo più di tagli geometrici lineari. Quando si vuole modellare il legno in forme più plastiche e dalle linee curve, per una sagoma decorata o un fregio, o per scolpire figure in rilievo, si usano utensili specifici. I principali sono:

sgorbia a sezione curva-artedelrestauro.it
La sgorbia:

il classico strumento dello scultore, non è altro che uno scalpello con il tagliente a sezione curva, che gli permette di scavare velocemente dei solchi arrotondati nel legno. La curvatura del tagliente è definita da un numero progressivo da 2 a 11, dove 2 è un tagliente praticamente piano e 11 è fortemente incurvato, a forma di “U”. Ecco un grafico di alcune curvature standard:
La curvatura del tagliente è definita da un numero progressivo da 2 a 11, dove 2 è un tagliente praticamente piano-artedelrestauro.it
Di norma in un lavoro di scultura si usano per “sbozzare” (definire sommariamente le forme) ferri con curvature più accentuate, e per rifinire quelli più piani, fatta eccezione per forme e dettagli particolari.

sgorbia dritta o scalpello-artedelrestauro.it
Sgorbie dritte o scalpelli:

sono ferri con il tagliente a sezione diritta (il numero 1 nella scala delle curvature), ad angolo retto o inclinato, ma a differenza dello scalpello da falegname sono affilati su entrambe le facce dalla lama. Sono strumenti molto versatili per pulire l’intaglio in angoli difficili, per fare incisioni, ma anche come rifinitura delle superfici.

sgorbia ad angolo o a V-artedelrestauro.it
Sgorbia ad angolo o a “V”:

un ferro che traccia solchi triangolari; usato per incisioni, per disegnare forme sul legno, per definire particolari.

sgorbie a cucchiaio-artedelrestauro.it
Sgorbie curve o a cucchiaio:

sono disegnate per lavorare superfici concave e in genere difficili da raggiungere, e per gli sfondi delle figure in rilievo. La curvatura più o meno accentuata del ferro dipende dalle caratteristiche della zona da intagliare

taglio con le sgorbie nel corso di falegnameria a Milano-artedelrestauro.it
Coltelli da intaglio:

sono delle piccole lame sottili montate su manici di dimensioni ridotte, sono ferri pensati per essere usati con una sola mano mentre l’altra tiene fermo il pezzo. Si usano prevalentemente nel tipo di intaglio detto “in punta di coltello”.

Matteo Gandini

Leggi anche:
il banco
gli scalpelli
la molatura
Guarda le foto del corso dal vivo

Scopri i segreti della falegnameria con il corso dal vivo:
corso di falegnameria a Milano

Nel prossimo articolo parleremo di affilatura…

Scopri i segreti della falegnameria con il manuale “Falegnameria per tutti” disponibile anche in formato e-book

Se ti piace questo articolo clicca su “Mi piace” e condividilo con i tuoi amici 🙂

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.