Stucco di gesso: come farlo e come colorarlo

Lo stucco di gesso è uno degli stucchi naturali che usiamo nel restauro del mobile antico. Lo stucco di gesso ci serve nel restauro dei mobili per chiudere piccole fessure, i fori del tarlo e le imperfezioni della superficie del legno. Io in laboratorio uso ancora la vecchia ricetta imparata dal mio primo maestro restauratore.

E’ la stessa ricetta che io insegno ai corsi dal vivo di restauro che tengo nel mio laboratorio di restauro a Milano. Vediamo adesso insieme gli ingredienti dello stucco di gesso, se li conosci già scorri in fondo all’articolo e guarda subito il video per vedere come preparare e colorare lo stucco di gesso.

Il gesso di Bologna

Gli ingredienti dello stucco di gesso sono molto semplici. Gesso di Bologna, terre colorate, acqua e colla. Lo stucco che ottieni è una pasta morbida e facilmente spatolabile.

Il gesso di Bologna è un solfato di calcio finissimo. Conosciuto anche come “gesso dei doratori” viene impiegato nella preparazione del fondo per l’applicazione della foglia oro. Nel restauro lo utilizziamo nella preparazione dello stucco.

Stucco di gesso-artedelrestauro.it

Le terre colorate

Per quanto riguarda i colori che usiamo nella preparazione dello stucco la definizione “terre colorate” è piuttosto generica. Sul mercato trovi infatti sia terre naturali che ossidi artificiali (si tratta di ossidi di ferro di vari colori ottenuti industrialmente) e le puoi usare entrambi. I colori che io uso per preparare lo stucco di gesso sono 4: giallo, rosso, bruno chiaro e bruno scuro.

Diffida invece dei colori sintetici non meglio specificati o chiamati aniline in quanto si tratta di colori che non sono resistenti alla luce.Qui leggi una breve storia dell’anilina e come si usa nel restauro.

La colla

La colla che usiamo per legare queste polveri può essere naturale o sintetica.  L’uso della colla dipende molto dal mobile che stiamo restaurando. Se restauriamo un mobile molto antico e vogliamo fare un restauro filologico dobbiamo usare la stessa colla che è stata usata quando il mobile è stato costruito. Useremo quindi una colla animale o “colla a caldo”.

Se invece il mobile è recente possiamo usare una colla vinilica. Più colla aggiungiamo al nostro impasto più lo stucco risulterà duro e difficile da carteggiare. Qui leggi un articolo sulle colle naturali usate nel restauro.

Come preparare lo stucco di gesso.

In questo video ti mostro come preparare e colorare lo stucco di gesso passo dopo passo.

Le immagini sono tratte dal corso base di restauro  che tengo regolarmente nel mio laboratorio a Milano. Trovi tutte le ricette dei prodotti usati nel restauro del mobile nel Prontuario del restauratore e nel mio corso online “Restaurare è facile”

Se ami il restauro e ti piacerebbe imparare a restaurare i tuoi mobili ti consiglio di valutare l’iscrizione ai Corsi Online.

I Corsi Online di Mestieri in corso sono una raccolta di video tutorial che ti mostrano il restauro e la decorazione del mobile a tutto tondo. Dalla preparazione dello stucco fino al riconoscimento di un mobile falso. Ti aiutano a imparare il restauro online al tuo ritmo: ti abboni per quanto tempo vuoi, impari ciò che ti serve, lo consulti quando e dove ti pare. Clicca qui per vedere il video di presentazione dei Corsi Online.

Il maestro Carlo

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.