Cos’è lo scarabattolo?

Lo scarabattolo non è solo l’insieme dei cassettini interni di un mobile antico…

 

Per noi restauratori lo scarabattolo è una parte del mobile antico composta da cassettini con un’apertura o uno sportellino al centro. Spesso all’interno dello scarabattolo ci sono anche cassettini segreti. (da Wikipedia)

Lo scarabattolo aveva la funzione di contenere carte riservate, documenti e oggetti di valore ed è presente nei mobili antichi già nel 600. Lo troviamo per tutto il 700, ma sarà nell’800, e in particolar modo nei secrétaire, che questa parte di mobile diventerà importante sia da un punto di vista funzionale che decorativo.

In questi giorni però facendo una ricerca sul significato del termine “scarabattolo” ho scoperto alcune cose interessanti che vediamo insieme in questo articolo.

Lo scarabattolo di un cassettone seicentesco.

Qui sopra vedi un bel cassettone del 600 con lo scarabattolo che si vede quando si abbassa il frontale del primo cassetto e si apre metà del coperchio. E’ molto semplice perchè il mobile rimaneva chiuso e l’interno non si vedeva.

Lo scarabattolo di una ribalta del 700.

In questa bella ribalta del 700 vediamo come lo scarabattolo non sia più una semplice serie di cassettini ma comincia ad assumere una valenza decorativa. Nota come le cornici ebanizzate riquadrano i cassettini lastronati di radica di noce.

Lo scarabattolo dei secretaire.

Nell’800, con la moda dei secrétaire, lo scarabattolo diventa un elemento decorativo tipico del mobile.  Il mobile è bello sia chiuso, il frontale è lastronato di radica di noce, che aperto con lo scarabattolo particolarmente curato.Qui trovi un approfondimento su questo mobile.

Scarabattolo.

Qui vediamo bene i particolari di questo scarabattolo, con colonnine tornite, capitelli dorati, specchi al mercurio e intarsi in ottone. L’intarsio, di gusto neoclassico, riprende il disegno di una greca.

Scarabattolo.

Lo scarabattolo però non sono solo i cassettini di un mobile ma con questo termine, o con il suo femminile scarabattola, si intende una vetrina con i vetri su tre lati. Qui sopra vedi una scarabattola barocca romano.

Scarabattolo.

Il termine che deriva probabilmente dallo spagnolo escaparate in questi casi indica uno scrigno o teca che chiude e protegge una singola scultura oppure un gruppo scultoreo sacro. Qui sopra un Gesù bambino dormiente.

Scarabattolo.

Ecco un bell’esempio di presepe napoletano in una scarabattola che ha la funzione di proteggere e nello stesso tempo dare rilievo all’insieme della sacra famiglia e dei personaggi.

Scarabattolo.

Lo scarabattolo è anche il titolo di questo quadro del pittore Domenico Remps che mostra una vetrina che contiene le collezioni di curiosità (mirabilia) tipiche delle Wunderkammer.

Come hai visto il mondo dei mobili antichi nasconde sempre segreti e meraviglie. Se ami il restauro e ti piacerebbe imparare a riconoscere epoca e stile dei mobili ti consiglio di seguire questo corso online.

I Corsi Online di Mestieri in corso sono una raccolta di video tutorial che ti mostrano il restauro e la decorazione del mobile a tutto tondo. Dalla preparazione dello stucco fino al riconoscimento di un mobile falso. Ti aiutano a imparare il restauro online al tuo ritmo: ti abboni per quanto tempo vuoi, impari ciò che ti serve, lo consulti quando e dove ti pare. Clicca qui per vedere il video di presentazione dei Corsi Online.

A presto con un nuovo articolo!

Il maestro Carlo

Le immagini di questo articolo sono tratte dai Corsi Online di Mestiri in corso e da Pandolfini, Cambi, Ars Value, Meisterdruke che ringrazio.

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter
Author picture

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.