Secrétaire Impero: lo scarabattolo

Il mobile che prendiamo in analisi oggi è un bel secrétaire di epoca Impero, costruito tra il 1805 e il 1815. Datare in maniera precisa un mobile non è facile. In questo caso ci sono tutte le caratteristiche per ascrivere la costruzione di questo mobile nei primi anni dell’800. Con i miei allievi dei corsi online Accademia del restauro e Master in restauro e antiquariato parliamo spesso di analisi del mobile. L’analisi del mobile è importante per capire che mobile hai davanti. Datarlo in maniera corretta, capire se la patina è originale oppure no. Valutarlo in ogni sua parte ti consente di elaborare un corretto progetto di restauro. In questo articolo voglio concentrarmi sulla parte interna del mobile chiamato anche scarabattolo.

Secrétaire Impero: lo scarabattolo

4-secretaire-impero-artedelrestauro.itIl mobile ha la classica impostazione dei secrétaire Impero di gusto francese. Costruito in noce massello il secrétaire Impero è lastronato, sul frontale, con radica di noce. Nella parte inferiore del mobile troviamo due antine anziché i soliti tre cassetti. Questo rende il mobile particolarmente elegante.

5-secretaire-impero-artedelrestauro.itAbbassando l’antone che chiude la parte superiore del mobile scopriamo la parte interna. La parte interna è spesso suddivisa in cassetti e cassettini ed è chiamata “scarabattolo”. I secrétaire nascono alla fine del 700 con lo scarabattolo molto semplice. Nell’800 invece lo scarabattolo diventa elegante.

13-secretaire-impero-artedelrestauro.itL’antone è chiuso da una bella serratura in acciaio con due chiavistelli. La classica serratura Impero è a doppia mandata. Significa che con un giro della chiave chiudi l’antone mentre con la seconda  chiudi anche il cassetto sopra. E’ questa un tipo di serratura che troviamo anche sui cassettoni Impero.

6-secretaire-impero-artedelrestauro.itLo scarabattolo ha sullo sfondo uno specchio al mercurio. Di fianco allo specchio, dietro alle colonne, ci sono i cassettini. Le doppia fila di colonne tornite incornicia i cassettini rendendo questo scarabattolo molto elegante. Il piano dell’antone, usato come scrittoio, è ricoperto di pelle.

7-secretaire-impero-artedelrestauro.itDavanti allo specchio vedi una maniglia in ottone. La maniglia consente di accedere ad una parte “nascosta” comune in tutti i secrétaire. Questi mobili hanno sempre alcuni “segreti” nella loro struttura. La parte superiore dello scarabattolo è un cassetto decorato con un intarsio che rappresenta una greca.

12-secretaire-impero-artedelrestauro.itLa greca è un elemento decorativo tipico dello stile neoclassico. Lo stile Impero ha molti elementi dello stile Neoclassico. L’intarsio di ottone nel noce massello è tipico dello stile Impero lombardo e emiliano.

11-secretaire-impero-artedelrestauro.itLe basi e i capitelli delle colonne sono in legno tornito e dorato. La doratura è a foglia d’oro. Anche la doratura a foglia d’oro è un elemento decorativo dello stile Impero. Le colonne del mobile, quelle esterne allo scarabattolo, hanno invece i capitelli e le basi in bronzo dorato.

1-secretaire-impero-artedelrestauro.itAnche le decorazioni del cassetto sopra l’antone e le bocchette del mobile sono di bronzo dorato. Questi elementi in bronzo dorato fanno pensare alla Francia. Non di rado i mobili Impero italiani portavano elementi decorativi importati dalla Francia. La commissione di decori in foglia d’oro e bronzo dorato è tipica del mobile Impero Italiano.

Come vedi sono molti gli elementi decorativi da osservare per riconoscere un mobile, datarlo correttamente e capirne l’area di produzione.  Pensa che in questo articolo abbiamo preso in considerazione solo lo scarabattolo e poche altre cose. Insegno a riconoscere lo stile dei mobili nei miei corsi online Accademia del restauro e Master in restauro e antiquariato. Le immagini sono tratte da una approfondita lezione di analisi del mobile. Questo secrétaire di epoca Impero appartiene alla collezione di un vecchio antiquario che ha sempre commerciato mobili antichi lombardi ed emiliani. Ti piacerebbe visitarla?

Il maestro

Carlo Ferrari

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.