Il capricorno delle case, danni enormi a mobili e strutture

“Ho trovato un grosso buco nella credenza con tanta segatura e dopo 2 giorni mi sono ritrovata sulla tenda vicino alla credenza un tarlo enorme di almeno 3 cm di lunghezza…”

“Nella mia casa ho uno o due tarli nel trave del tetto devono essere molto grandi perché i buchi sono grandi…”

“Di notte sento un rumore provenire dal cassettone in camera mia, sono terrorizzata e non riesco più a dormire. Sono tarli?”

Ti ritrovi in queste tre email che ho ricevuto? Hai avuto anche tu questi dubbi e paure? Sai riconoscere gli insetti che ti stanno distruggendo i mobili, il soffitto o peggio ancora il parquet?

Non tutti gli insetti che si nutrono di legno (xilofagi) sono tarli. Qualcuno di questi è molto piccolo come il tarlo del legno (1-2 millimetri). Qualcuno è molto più grande e dannoso come il capricorno delle case (10-25 millimetri). Il capricorno delle case scava gallerie che vanno in tutte le direzioni. La sua larva è molto grande e vive nel legno fino a 17 anni. Io alcuni anni fa ho eliminato 12 larve di capricorno da un solo mobili. Immagina quali possono essere i danni provocati!

Capricornio delle case o Hylotrupes bajulus-artedelrestauro.it

Come riconoscerli?

Saper riconoscere quale insetto sta distruggendo il tuo mobile e come eliminarlo è molto importante. Non potendo vedere la larva, che si trova all’interno del legno, sono due gli elementi che ti consentono di capire di quale insetto si tratta:

  • il rumore che produce
  • la grandezza del foro di uscita.

I tarli si nutrono di legno nella loro fase di vita larvale. La larva del comune tarlo mangia il legno senza produrre nessun rumore. Una sola specie di tarlo produce un rumore frequente e cadenzato, è chiamato “orologio della morte” . Si tratta del suo richiamo sessuale.

Diverso è per il capricorno delle case la cui larva di notevoli dimensioni mentre mangia il legno fa un rumore tipico come di rosicchiamento. Non sempre questo rumore è udibile durante il giorno e un trucco per sentire cosa succede nel mobile è di appoggiare un bicchiere rovesciato sulla sua superficie, accostare l’orecchio e ascoltare come attraverso lo stetoscopio del medico.

Oltre al rumore un indizio importante per capire quale insetto sta divorando il nostro mobile è quello di osservarne il foro di uscita. Dopo aver trascorso una parte di vita all’interno del mobile infatti gli insetti adulti escono dal legno producendo un caratteristico foro di uscita. Dalle dimensione del foro puoi capire di quale insetto si tratta.

fori del tarlo in mobile antico causati da Hylotrupes bajulus-artedelrestauro.it

Nella foto ti mostro la differenza tra il foro di uscita del tarlo (A) e del capricorno (B).

Attenzione! Se vedi il foro di uscita significa che l’insetto adulto non è più nel legno ma è possibile che altre larve lo siano. Meglio quindi procedere con un buon trattamento antitarlo.

Le foto di questo articolo sono tratte dal manuale Antitarlo fai da te! dove ti mostro passo dopo passo come eliminare il tarlo dai mobili in modo semplice e economico. Scopri come fare un trattamento efficace e economico con il manuale “Antitarlo fai da te!”

Il maestro Carlo Ferrari

Puoi vedere alcune foto del capricorno delle case sul sito dell’amico André Lequet

L’immagine in alto raffigura la larva del capricorno delle case ed è protetta da licenza Creative Commons: autore Rasbak, mentre quella in basso, di proprietà dell’autore ti mostra i fori di uscita del tarlo e del capricorno.

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.