Lavorare il legno: 5 buone abitudini per i principianti

Ti ricordo che il manuale Falegnameria per tutti è in offerta fino a domenica.

Clicca qui per scoprire l’offerta speciale!

Quando ero un principiante come te e iniziavo a immergermi nel mondo del restauro mi capitava spesso di fare errori, senza rendermene conto! Pensavo di essere l’unico a farli ma negli anni ho scoperto che non è così. Parlando con gli allievi dei corsi che tengo regolarmente nel mio laboratorio di restauro a Milano ho scoperto che molti altri restauratori e falegnami alle prime armi erano incappati negli stessi identici piccoli errori. Oggi voglio condividere con te questi piccoli consigli per affrontare in maniera efficace i tuoi primi lavori.

Di seguito trovi 5 consigli che mi sento di darti per ottimizzare il lavoro nella tua bottega o box (ti ricordo che anch’io, come te, ho cominciato a lavorare nel box di casa prima di avere uno spazio tutto mio dove lavorare).

1) Non pianificare eccessivamente.

Un passaggio da non sottovalutare in quanto principianti e’ pianificare efficacemente la quantità esatta di materiali che ti servirà per un lavoro di falegnameria o di restauro. Non essere troppo duro con te stesso. Metti in conto che dovrai fare più di un viaggio al brico o nel tuo negozio di fiducia, anche online. Non solo non dovresti preoccupartene ma dovresti metterti nell’ottica di comprare più materiale di quello che ti serve effettivamente. Creati sempre delle piccole scorte.

2) Misura tre volte, taglia una volta.

Questo consiglio serve molto ai falegnami principianti. All’inizio non sarai molto esperto nel leggere la misura del metro. Misura più di una volta e taglia lasciando un margine abbastanza ampio per ridurre la possibilità di fare errori. Di solito basta segare non sopra il segno che hai fatto ma appena spostato leggermente verso la parte di legno da scartare o da riutilizzare per un altro taglio. Se devi fare più tagli su una unica tavola fai un segno e un taglio alla volta in modo da non accumulare sulla lunghezza tutti i millimetri della larghezza della sega.

3) Inizia subito a restaurare/costruire

Quando inizi a lavorare per la prima volta parti da progetti piccoli! Non fermarti alla fase di pianificazione o non ti sporcherai mai le mani e non imparerai nulla di nuovo. Sbagliando si  impara. Sbaglia spesso e imparerai molto. Parti da piccoli progetti di falegnameria che trovi online oppure restaura un piccolo mobile. Un comodino o un tavolino sono perfetti per cominciare. Realizzare un piccolo progetto e metterlo in casa ti gratifica e ti spinge a farne un altro e poi un’altro ancora!

4) Improvvisa

Anche se non possiedi lo strumento specifico per un determinato lavoro, puoi trovare un modo per lavorare senza. Certo, bisognerebbe sempre usare lo strumento giusto per il proprio lavoro ma ci sono volte in cui adattarsi e utilizzare gli strumenti che si hanno a portata di mano può salvarti molto tempo e denaro. In pratica non aspettare di avere tutti gli strumenti prima di cominciare un lavoro. Un mio vecchio maestro mi diceva sempre che bisogna fare con quello che si ha in bottega!

5+1) Metti in ordine e attento alla tua sicurezza

Essere ordinati è più che importante. Lavorare il legno in un ambiente pulito e ordinato aiuta a individuare rapidamente eventuali problemi e a trovare subito gli attrezzi. Fermarsi un attimo e ripulire ti darà tempo di ragionare nel caso ti sia bloccato su un determinato passaggio. Oltre all’ordine ti passo un ultimo consiglio. Ultimo consiglio ma non meno importante degli altri: presta attenzione alla tua sicurezza e alla tua salute. Indossa sempre guanti, occhiali e cuffiette per il rumore. Indossa anche scarpe chiuse e ti ricordo che il tuo laboratorio (anche se si tratta di un semplice box) deve essere sempre ben illuminato e aereato.

Trovi tutti i passi per un restauro fatto bene nel mio Prontuario del restauratore e scopri i segreti della falegnameria nel manuale Falegnameria per tutti!

Le immagini sono tratte dell’ebook “Costruisci il tuo banco” in uscita prossimamente.

L’articolo è liberamente tradotto da Quora

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.