Dove comprare il legno

Dove comprare il legno? E quali sono i formati più comuni e i difetti da evitare? Queste sono due delle domande che ricevo ai corsi di falegnameria di Arte del restauro a Milano.

Quando ti avvicini al mondo del restauro e della falegnameria l’acquisto del legno è sempre un momento importante.  Il mio consiglio è di cominciare con piccoli progetti o restauri realizzati con legno che puoi trovare già tagliato e piallato sia nei brico che nelle falegnamerie della tua zona. Con questo legno puoi lavorare subito senza aver bisogno di macchinari costosi e ingombranti.

I falegnami, invece, che sono dotati di macchine utensili per la lavorazione del legno acquistano direttamente dalle falegnamerie il legno tagliato in tavole. Le tavole sono il prodotto più grezzo della segheria. Le due facce della tavola non sono di norma piallate e i bordi sono irregolari. Nell’immagine qui sotto vedi delle tavole grezze prima della lavorazione.

Dove comprare il legno-artedelrestauro.itLe tavole sono grosse fette di tronco, lunghe anche 4 metri, larghe alcune decine di cm e spesse 5-6 cm o più.

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it

Le tavole per essere lavorate richiedono l’utilizzo di macchinari professionali.

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it

Tagliate, piallate e squadrate possono ora essere utilizzate per realizzare un mobile.

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it

Questa scaletta, copia di una scaletta da biblioteca antica, è stata costruita partendo da tavole di noce nostrano.

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it Se non sei ancora un falegname esperto nei brico trovi del legno di abete già tagliato in listelli, tavole e travetti.

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it

Ti basterà semplicemente misurarli e tagliarli anche con una sega a mano e assemblarli…

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it

…magari semplicemente con delle viti, e ottenere un solido banco come questo. Qui scopri come farlo.

I difetti del legno

Quando compri del legno però devi fare attenzione ai difetti più comuni. Ecco quali sono i principali:

Dove comprare il legno-artedelrestauro.it

  • I nodi (A):luogo di nascita di nuovi rami quando l’albero è vivo.
  • Le fessurazioni (B): spaccature dovute al ritiro stagionale del legno o al gelo.
  • Le sacche di resina (C): tipiche di alcune conifere, sono cavità negli anelli annuali, provocate dall’interruzione traumatica dei canali resiniferi. Provocano una fuoriuscita continua di resina anche in elementi già lavorati.

La presenza di questi e altri difetti (cambi di colore, muffe, presenza di alburno, ecc…) divide il legno in prima, seconda e terza scelta. Il legno di prima scelta è quello esente da difetti o con difetti minimi (per esempio sono ammessi piccoli nodi), e per questo è di elevata qualità, ma più caro.

Ti interessa la falegnameria? Scopri tutti i segreti della lavorazione del legno con attrezzi manuali, sul manuale Falegnameria per tutti! in offerta speciale.

Se non hai esperienza e vuoi avvicinarti al mondo della falegnameria ti consiglio il corso di falegnameria pratica e creativa

Scopri come costruire un banco da lavoro facile ed economico con l’ebook Costruisci il tuo banco da lavoro

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.