Corso di restauro: modernariato e design

Artedossier, la rivista diretta da Philippe Daverio, questo mese ha un dossier molto interessante: Design italiano del XX secolo.
Perchè parlo di una cosa che a prima vista sembra così lontana dal nostro ambito? Ne parlo perchè mi pongo il problema del suo restauro. A tutti noi restauratori ed appassionati è capitato di dover restaurare un mobile vintage o come si dice spesso “di modernariato e design”. Io stesso ho lavorato per alcuni commercianti che si occupano di questo “ramo” del mercato antiquariale. Non entro nel merito delle valutazioni commerciali di queste tendenze molto legate a mode e stravaganze. Mi limito a pormi il problema del loro restauro. Vernici poliuretaniche, accostamenti di materiali inusuali, come materie plastiche o metallo, rendono questi restauri non sempre facili o felici nel risultato. E’ una sfida che dobbiamo accettare. Gli stessi problemi se li sono posti i restauratori di dipinti quando, abituati a restaurare tele del 600, si sono trovati davanti un’opera futurista o una tela di Burri. Come faremo quando dovremo restaurare una libreria di Ettore Sottsass? Od un trumoncino di Fornasetti? Pensaci prima o poi ti capiterà…

oggetto di modernariato e design-artedelrestauro.it

Nell’immagine: Ettore Sottsass Jr, libreria Carlton (Menphis,1981); dalla mostra Che cos’è il design italiano?, Triennale Design Museum, 2008

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.