Come restaurare un mobile passo dopo passo

Sendi mi scrive:

<< Le allego le foto di due sedie che ho restaurato e tappezzato (prima e dopo) ma non credo di aver seguito la giusta procedura. Erano interamente mangiate dai tarli e la struttura era compromessa. Come avrei dovuto agire dopo aver fatto l’antitarlo? Sverniciare il tutto, stuccare e riverniciare? Potevo stuccare direttamente sulla vernice? Quando i forellini sono pochi li copro con la cera ma così….? Altro atroce dubbio….quando svernicio un mobile, prima dò il mordente e dopo creo lo stucco del colore del mordente e lo applico o viceversa, stucco e poi dò il mordente?

Ciao Sendi,

quando restauriamo un mobile è importante avere bene in testa tutto il percorso che dobbiamo fare. Come sai il restauro è un processo, un insieme di tanti piccoli lavori diversi che dobbiamo fare nella giusta sequenza. Nel restauro delle tue sedie se la vecchia lucidatura era compromessa e hai valutato di sverniciare il mobile i passaggi sono:

  • riconoscimento del mobile
  • progetto di restauro
  • sverniciatura
  • antitarlo
  • stuccatura
  • carteggiatura
  • coloritura
  • lucidatura
  • patinatura

Quindi come vedi prima si svernicia e poi quando il poro è aperto si fa il trattamento antitarlo. Poi si stucca, si carteggia e si dà il colore, dare il colore prima non ti consentirebbe di stuccare e carteggiare in maniera uniforme la superficie. Se vai a riguardarti il Prontuario del restauratore  trovi tutti i passaggi per un corretto restauro del mobile.

***

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.