La conservazione delle serrature antiche

Ho già avuto modo di parlare delle serrature antiche e dell’importanza del loro recupero nell’ambito del restauro di un mobile antico. Sostituire un serratura rotta anziché ripararla vuol dire snaturare il mobile che stai restaurando.

Un mobile antico infatti è il risultato di molte competenze artigianali: il falegname, l’intarsiatore, il lucidatore e non ultimo il fabbro.

Breve storia delle serrature antiche:

Anticamente la serratura aveva una funzione anche decorativa, Infatti era posta all’esterno del mobile. La serratura perde poi nel tempo ogni funzione decorativa e viene fissata all’interno del mobile. Nell’800 viene addirittura incassata a scomparsa nel legno.

Questo non significa che il lavoro del fabbro fosse meno importante. Una serratura ben costruita è un piccolo capolavoro destinato a durare nei secoli, ed esistono serrature di epoca romana che ancora funzionano!

Come aggiustarle

Nel restauro dei mobili io ho sempre riparato anche le serrature e ricostruito le chiavi per farle funzionare. Spesso sono interventi semplici, come ricostruire un perno o far scorrere il catenaccio. A volte più complesse, come riparare o sostituire una molla ma, una volta riparata la serratura può tornare a “lavorare” per altri cento anni. E questo mi riempie sempre di soddisfazione.

Uno dei problemi del ferro e delle serrature antiche è la sua conservazione. Il ferro infatti per sua natura tende ad ossidarsi molto facilmente. Esistono antiche ricette di vernici a base di olio di lino cotto e grafite molto interessanti ma che comportano tempi di asciugatura molto lunghi.

Io, per proteggere il ferro dall’ossidazione, uso un prodotto molto buono a base di grafite già pronto all’uso. E’ molto semplice da usare e dà ottimi risultati. Lo puoi trovare qui insieme ai prodotti e alla ferramenta in stile, per un corretto restauro dei mobili antichi.

Nell’immagine una serratura gotica, nota, nel piccolo rosone e nelle traforature la sua funzione anche decorativa.
Civiche raccolte d’arte, Milano.

Nel Prontuario del Restauratore è descritto passo dopo passo tutte le ricette e segreti di un corretto restauro del mobile antico.

Vedi tutta la lucidatura a gommalacca passo dopo passo nel mio videocorso “La lucidatura con la gommalacca”.

Segue tutto il percorso di restauro di mobili antichi con i corsi online Restaurare è facile, L’Accademia del restauro e il Master in Restauro e Antiquariato.

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.