Come rifare le guide a un cassetto

Come rifare le guide a un cassetto è un passo importante nella restaurazione del mobile. Tutti i mobili hanno punti di usura differenti a seconda della tipologia. Per una sedia il punto di usura sono gli incollaggi dello schienale. Per una credenza i cardini delle antine. Per un cassettone lo scorrimento delle guide dei cassetti.

Come rifare le guide a un cassetto di un cassettone è uno dei primi problemi che ci troviamo ad affrontare quando restauriamo questa tipologia di mobile.

Ti racconto la mia esperienza:

Molti anni fa ero un giovane appassionato di restauro come te e non avevo grande esperienza di restauro e falegnameria.  Rifare le guide a un cassetto era un grande problema per me. Non frequentavo ancora la bottega del mio Maestro restauratore, ma già restauravo mobili per me e per i miei amici e avevo le mie piccole-grandi soddisfazioni.

Un giorno un mio amico mi propose di restaurare il mio primo mobile importante. Si trattava di un cassettone Impero con il frontale lastronato in piuma di noce e gli interni in noce. Non ti dico l’emozione!. Accarezzavo il mobile e non mi sembrava vero di avere l’opportunità di mettere alla prova le mie prime nozioni di restauro. Ma una volta aperto il mobile ebbi la mia bella sorpresa: le guide dei cassetti erano completamente da rifare.

L’uso prolungato, soprattutto dei primi cassetti, e lo sfregamento del legno contro il legno avevano “mangiato” completamente le guide. Come potevo rifare le guide se non avevo ancora macchine utensili professionali?. Avevo già visto restauratori professionisti rifare le guide dei cassetti usando una sega circolare ma io lavoravo nel mio box con pochi morsetti e qualche scalpello. L’idea di avere una sega circolare era ancora un sogno lontano…non ci dormivo la notte!. Dovevo rifiutare il lavoro?

Non mi davo pace. Non volevo rinunciare al mio primo lavoro importante. Nello stesso tempo non volevo fare un figuraccia con un mio amico. Accettai il lavoro, avrei trovato una soluzione strada facendo. Certo allora non c’era Internet dove avrei potuto trovare qualche informazione e non si trovavano nemmeno libri sul restauro dei mobili. C’era molto l’idea che il lavoro andasse “rubato” ad altri artigiani. Come fare?

Come lavoravano gli artigiani?

Avevo notato che alcuni artigiani per fare dei lavori fuori dal loro laboratorio utilizzavano dei piccoli utensili elettrici come il seghetto alternativo e il pialletto e pensai che potevano essermi di grande aiuto nel mio box proprio per fare questi primi lavori di falegnameria. Certo! Avrei fatto proprio così! Avrei usato semplici attrezzi a mano e piccoli utensili elettrici per rifare le guide dei cassetti consumate dall’uso.

Procurai il necessario con un piccolo investimento, restaurai il cassettone e rifeci le guide del cassetto, il lavoro venne benissimo! Il mio amico era soddisfatto ed io ero al settimo cielo. Avevo fatto bene a non rifiutare quel lavoro e mettendomi in gioco e accettando la sfida avevo trovato una buona soluzione per restaurare i mobili senza l’aiuto di macchine utensili professionali. Questa prima gratificazione mi diede la sicurezza per continuare sulla strada del restauro.

Un valido e ineguagliabile ebook:

Negli anni ho restaurato decine e decine di cassettoni e spesso ho rifatto le loro guide senza usare particolari attrezzature. Ho deciso quindi di condividere con te uno di questi miei restauri nel primo e-book in Italia. Questo e-book ti mostra passo dopo passo come rifare le guide a un cassetto con un legno più resistente, sistemando eventuali altre rotture, utilizzando semplici attrezzature da hobbysta. 

E tu hai mai rifatto le guide a un cassettone? Quali sono state le tue difficoltà? Quali utensili hai usato? Lascia un commento qui sotto.

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.