Come restaurare un comodino: domande e risposte

Come sai nei giorni scorsi abbiamo visto insieme il restauro di un comodino Chippendale.

Abbiamo immaginato di fare un viaggio nella mia bottega e abbiamo suddiviso il viaggio in 4 tappe. Se non hai seguito il restauro del comodino puoi partire con la prima tappa.

Durante il nostro viaggio ho chiesto di farmi delle domande a cui avrei risposto durante la teleconferenza di presentazione dei Corsi Online di Arte del restauro.

Le domande sono arrivate numerose sia nei commenti che via e email e molte vertevano sul processo di restauro. In pratica sul perchè ho prima dato l’antitarlo poi fatta la sverniciatura, perchè non ho dato il colore, la diluizione della gommalacca ecc.

La teleconferenza è stata divisa in due parti. Ecco la prima parte dove presento i corsi online:

Teleconferenza di presentazione dei Corsi Online

Guarda la seconda parte dove rispondo alle domande sul restauro del comodino, troverai anche una sorpresa finale: l’analisi e il progetto di restauro di un mobile falso…o per meglio dire di un “marriage”

Teleconferenza di domande e risposte.

Non essendo quindi vincolato a un tipo di restauro conservativo abbiamo deciso di eliminare la vecchia vernice rovinata, incollare il piallaccio sollevato e rilucidare il mobile con una finitura poco lucida, io lo chiamo “lucido morbido” o “finitura a cera”.

Un restauro poco impegnativo, soprattutto per chi si sta avvicinando al mondo del restauro, ma che dà grandi soddisfazioni. Se anche tu vuoi imparare a restaurare un mobile, per hobby oppure per farne il lavoro della tua vita, segui i Corsi Online di Arte del restauro. Impari anche la storia del mobile e scopri come riconoscere i mobili falsi.

Il maestro Carlo

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.