Come chiodi e serrature ci aiutano a riconoscere l’epoca del mobile

Chiodi e serrature: capire in quale epoca è stato costruito un mobile è importante per definirne il valore e decidere che tipo di restauro eseguire. Ma non è sempre facile.

 

 

Per riconoscere l’epoca di un mobile è importante osservarne le caratteristiche stilistiche ma a volte non basta.

Nella seconda metà dell’800, in pieno Eclettismo, molti mobili prendono spunto o sono letteralmente copiati da mobili più antichi. E’ importante allora saper osservare il mobile anche dentro e non solo fuori. Le patine interne di un mobile del 700 sono diverse da quelle di un mobile dell’800. Ma ci sono altri particolari che ci parlano dell’epoca di un mobile.

Ad esempio la ferramenta, chiodi e serrature, se le sappiamo riconoscere ci consentono di datare un mobile facilmente. I chiodi sono costruiti a mano per tutto il 700 e i primi anni dell’800. Più tardi vengono sostituiti da chiodi prodotti industrialmente e la forma del chiodo cambia completamente.

Quadrangolare e rastemato con la testa quadrata o a farfalla nel 700 il chiodo diventa cilindrico con la punta e la testa circolare e bombata nell’800.

Anche le serrature cambiano. Da applicare al cassetto con il chiavistello sottile e la molla semplice nel 700, le serrature diventano ad incasso con il chiavistello più grande e la molla più complessa nell’800.

Ecco la testa di un chiodo del 700:

Chiodi e serrature.

Questi invece sono chiodi dell’800:

La serratura di sinistra è del 700…
Serrature antiche.
…mentre quella di destra è dell’800.

Imparare a riconoscere i mobili da questi particolari è importante, ogni mobile è il risultato del gusto e delle conoscenze tecnologiche del periodo storico che lo ha prodotto.

Se ami il restauro e ti piacerebbe imparare a riconoscere i mobili antichi ti consiglio di seguire questo corso online.

I Corsi Online di Mestieri in corso sono una raccolta di video tutorial che ti mostrano il restauro e la decorazione del mobile a tutto tondo. Dalla preparazione dello stucco fino al riconoscimento di un mobile falso. Ti aiutano a imparare il restauro online al tuo ritmo: ti abboni per quanto tempo vuoi, impari ciò che ti serve, lo consulti quando e dove ti pare. Clicca qui per vedere il video di presentazione dei Corsi Online.

A presto con un nuovo articolo!

Il maestro Carlo

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.