Corso di intaglio del legno: gli utensili

Corso di intaglio del legno: ecco gli utensili per cominciare

Per avvicinarsi all’arte dell’intaglio non occorre avere cassette piene di utensili o laboratori super attrezzati. Bastano pochi attrezzi e una superficie anche piccola dove appoggiarsi, e sei pronto per cominciare il lavoro. Di seguito farò un elenco degli utensili indispensabili, con brevi accenni sul loro uso:

Sgorbie

Come gli scalpelli da falegname, sono composte da un manico di legno e una lama d’acciaio, che però ha la particolarità di avere diverse forme, o sezioni, adatte ad ogni tipo di lavoro.

 Sezione curva:  Si usano per i lavori di sgrossatura (curvatura  accentuata) o di rifinitura (curvatura più leggera), o comunque per adattarsi alle diverse linee del disegno da riprodurre nel legno.

corso-intaglio-del-legno-artedelrestauro.it-sgorbia-2Sezione a V: Traccia dei solchi triangolari nel legno, e viene usata per delimitare i contorni di una porzione dal resto del lavoro, o per disegnare dettagli e texture.

corso-intaglio-del-legno-artedelrestauro.it-sgorbia-3

Scalpello a doppia unghia: Può avere il tagliente (il filo) diritto o inclinato, e viene usato sia per rifinire le superfici, sia per incisioni e dettagli.

corso-intaglio-del-legno-artedelrestauro.it-sgorbia-1Sgrobie speciali: Ci sono moltissimi tipi di sgorbie che non rientrano nelle categorie che ho fin’ora citato. Ci sono sgorbie a cucchiaio, a tagliente invertito,  a forma di U, a forma di C ecc..ma non sono necessarie da subito. Conviene familiarizzare prima con le forme più comuni.

corso-intaglio-del-legno-artedelrestauro.it-sgorbia-4

Mazzette (o mazzuoli)

Nella forma più tipica, sono dei cilindri di legno tornito  con un manico. Servono a battere il manico della sgorbia quando è necessario dare maggiore forza al taglio. Sia nelle le fasi di sgrossatura in cui bisogna rimuovere velocemente molto materiale, sia più avanti per creare dei tagli netti e precisi.

corso-intaglio-del-legno-artedelrestauro.it-mazzuolo

Sistemi di fissaggio 

Mentre si intaglia, il legno che stai lavorando deve essere il più fermo possibile, per evitare errori e… cerotti. Con sistemi di fissaggio si intendono una grande varietà di soluzioni. Dal semplice morsetto (o strettoio) da falegname all’uso di viti e cunei. Fino ad arrivare alle morse studiate apposta per la scultura, che permettono di fissare il pezzo in qualunque angolazione, e di poterlo ruotare.

corso-intaglio-del-legno-artedelrestauro.it-morsetti

Per iniziare, i morsetti e altri semplici mezzi possono bastare. Durante il corso dal vivo di falegnameria vedremo alcune soluzioni economiche ma efficaci per tenere il pezzo al suo posto.

Tutto sulle basi della falegnameria nel manuale Falegnameria per tutti!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.