Fare ordine: 10 minuti al giorno per ritrovare la semplicità!

Ognuna di noi è quotidianamente subissata da mille impegni, la casa, il lavoro, i figli. Difficilmente si riesce a trovare equilibrio, serenità e lucidità nelle scelte e nelle decisioni in mezzo a pile di panni da stirare o a montagne di e-mail a cui rispondere. Per non parlare della nostra casa: spesso siamo circondate dal disordine che la vita frenetica ci impone oppure da oggetti che giacciono dimenticati in un angolo e non vengono utilizzati per mesi, anni. Quanto siamo lontane dalla semplicità e dall’armonia che ispira il nostro amato stile shabby! E quant’è gratificante prendersi degli spazi per mettere ordine nella propria casa, organizzandola al meglio, per potersela godere da sole o in compagnia.

 Come iniziamo a fare ordine? Nel modo più semplice possibile:

  • Prenditi 10 minuti al giorno e decidi da dove iniziare: un mucchio di oggetti, una mensola, un tavolo o un piano di lavoro.
  • Raduna tutto in una pila e inizia con la prima cosa che ti capita in mano (senza rimetterla nel mucchio).
  • Chiedi a te stessa: ne ho veramente bisogno? Lo uso regolarmente? Mi piace? Se la risposta a una di queste domande  è no, allora ricicla, dona, barattala, dalla a qualcuno che potrebbe desiderarla. Ponila in una scatola  preparata a questo scopo.
  • Rimetti a posto le cose che ti servono o che ami, dandogli una destinazione precisa. Da ora in poi questa è la loro collocazione, ricordati di riporle sempre lì.
  • Interrompi dopo 10 minuti, proseguirai domani per altri 10 minuti, e così via: una piccola parte della tua casa un po’ alla volta.
  • Se vuoi fare più di 10 minuti, continua, ma attenzione a non esagerare all’inizio o finirai col credere che è troppo complicato e non sarai più motivata a proseguire.

Una volta che hai iniziato a fare ordine, ecco come  andare avanti:

  • Continua a mettere ordine un po’ alla volta. Scegli una zona sulla quale concentrarti ogni settimana.
  • Non preoccuparti per la perfezione. Procedi con calma, è sempre possibile proseguire in un secondo tempo.
  • Metti la tua scatola di donazione/riciclo nel bagagliaio dell’auto, per sbarazzartene la prossima volta che esci di casa. Manda e-mail ai tuoi amici e/o ai tuoi parenti per chiedere se desiderano ciò che hai eliminato. Oppure consulta uno dei vari siti di baratto on-line: questo di darà anche la possibilità di scambiare i tuoi oggetti con qualcosa che ti serve veramente e anche perché no, di farti nuove amicizie!
  • Se sei indecisa utilizza una scatola del Forse. Mettici le cose che pensi potrebbero servirti in un secondo tempo e segnaci sopra la data in cui esegui l’operazione. Metti un promemoria sul calendario a 6 mesi da tale data: se non hai utilizzato gli oggetti in 6 mesi, probabilmente non ti servono e puoi sbarazzartene.
  • Chiedi consiglio. A volte proprio non puoi sopportare l’idea di eliminare cose a cui sei legata, ma è sempre possibile chiedere il parere di un parente o di un amico. Di solito sono molto più spassionati e … spietati!
  • Goditi lo spazio. Una volta cha hai ripulito la zona interessata fermati e concentrati sulla piacevole sensazione di semplicità e serenità che dona il tuo nuovo ambiente ben organizzato.

In questo modo sei molto più stimolata a proseguire e anzi non vedrai l’ora di terminare per gustare con soddisfazione l’ordine e l’eleganza della tua casa. Vivere in un ambiente più confortevole ti aiuterà inoltre a migliorare il tuo equilibrio interiore e a ritrovare la serenità necessaria per far fronte ai tuoi mille impegni quotidiani.

Liberamente tradotto da Zen Habits di Leo Babauta

Immagine di Marili Forastieri via Tricia Foley

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.