Come preparare il mobile prima del decoro shabby

Come preparare il mobile prima della decorazione è molto importante, soprattutto se il mobile o l’oggetto che vogliamo decorare non è nuovo. Abbiamo visto insieme tutti i passaggi per una corretta decorazione in stile shabby di mobili o oggetti. Dalla scelta del mobile da decorare alla finitura.

Antonella, una lettrice appassionata, mi ha posto in un commento una domanda interessante: Ho acquistato una console in un vecchio mercatino dell’usato e vorrei trasformarla decorandola in stile shabby. Dato che il mobile è in color noce laccato è preferibile carteggiarlo prima di dare la prima mano di pittura (in modo che aderisca di più) o posso saltare questo passaggio?”

L’idea di decorare un mobile acquistato al mercatino è ottima! Con poche decine di euro puoi trovare mobili e oggetti semplici ma di sapore che ben si prestano ad essere decorati. Puoi deciderne il colore, la finitura e il cambio d’uso in un processo di recupero creativo divertente e gratificante e ridare così nuova vita a oggetti dimenticati.

Se decori un mobile vecchio ecco a cosa devi prestare attenzione:

  • Polvere: il fondo deve essere pulito, se è sporco o impolverato puoi lavare il mobile usando una spugna umida con acqua tiepida e ammoniaca. Lascia asciugare il mobile prima di procedere con il colore.
  • Cera o oli: se il fondo è unto rischi di non far aggrappare il nuovo colore o di vederlo sfogliare dopo poco tempo. Prima di passare il colore pulisci la superficie con uno sgrassatore spray, risciacqua e lascia asciugare.
  • Vecchia vernice che non si sfoglia: se il mobile è già stato verniciato con una vernice trasparente o colorata e la vecchia vernice è ben ancorata al fondo, non è screpolata e non si sfoglia puoi dare una leggera carteggiata  con una carta abrasiva per consentire alla nuova pittura di aggrappare.
  • Vecchia vernice che si sfoglia: se la vecchia vernice non è più ancorata al fondo e si stacca devi toglierla e puoi farlo in due modi. Carteggiando la superficie fino a togliere tutta la vecchia vernice, (ti consiglio di usare una carta abrasiva di grana 80 o 100) oppure sverniciando il mobile con uno sverniciatore in gel.

L’uso dello sverniciatore comporta da parte tua una certa attenzione soprattutto per la tua salute. Anche se i moderni sverniciatori non contengono più alcune sostanze tossiche come il Cloruro di Metilene usa sempre i guanti, gli occhiali e una maschera, lavora all’aperto e attieniti alle istruzioni dell’etichetta.

Buon lavoro!

Immagine da Pretty Petals

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.