Il permanganato di potassio

Giuseppe, uno studente apprendista dell’Accademia del restauro ha recentemente postato nel forum riservato agli iscritti un suo bellissimo lavoro di intaglio. Giuseppe ha ricostruito, disegnando e intagliando, la cimasa di un mobile dell’800. Per ossidare il legno intagliato Giuseppe ha usato il permanganato di potassio,

Di cosa si tratta il permanganato di potassio?

Il permanganato di potassio è il sale di potassio dell’acido permanganico, derivato dal manganese. Si tratta di un prodotto usato per mordenzare il legno senza aggiungere pigmenti, come facciamo abitualmente, ma ossidando il legno stesso.

Il permanganato altera i tannini contenuti nel legno. Li scurisce facendo assumere al legno stesso un colore più scuro e dal sapore “anticato”. Questo sistema di ossidazione del legno dà effetti esteticamente molto validi. E’ di elevata difficoltà in quanto l’esito finale non è prevedibile a priori se non con una grande esperienza.

correzione del colore finale con permanganato di potassio-artedelrestauro.it

Proprio per la difficoltà di controllare il risultato dell’ossidazione io sconsiglio ai miei studenti l’uso di questo prodotto. L’ossidazione del legno è quella alterazione del colore che avviene a contatto con la luce e l’aria. L’ossidazione è il primo strato della “pelle” del mobile che chiamiamo patina.

Altri metodi:

Si possono ottenere ottimi risultati dando al legno nuovo una mano di mordente giallo o arancio che crei una base di colore ossidato, questa mano di mordente all’acqua farà alzare anche il pelo del legno. Una volta asciugato il mordente all’acqua, io passo alla carteggiatura. Ha la funzione di radere il pelo e smorzare il colore giallo o arancio.

Passo poi alla mordenzatura finale con un colore noce medio e continuo con la lucidatura a tampone. Eventuali piccole correzioni di colore posso sempre farle aggiungendo alla vernice un poco di anilina all’alcool della dominante che mi occorre.

Nella immagine sto correggendo il colore finale di un coperchio nuovo, su un cassettone dell’800, con una vernice a tampone colorata con anilina all’alcool arancio.

Nel Prontuario del Restauratore è descritto passo dopo passo tutte le ricette e segreti di un corretto restauro del mobile antico.

Vedi tutta la lucidatura a gommalacca passo dopo passo nel mio videocorso “La lucidatura con la gommalacca”.

Segue tutto il percorso di restauro di mobili antichi con i corsi online Restaurare è facile, L’Accademia del restauro e il Master in Restauro e Antiquariato.

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.