Candele shabby: il riuso creativo delle tazzine vintage.

La creatività è un attimo: alle volte basta un sorso di tè. Conservato nella vetrinetta in soggiorno oppure dimenticato fra la roba vecchia in cantina, certamente anche tu possiedi qualche superstite esemplare del servizio di tazzine vintage della mamma o della nonna, accantonato in favore di più pratiche chicchere acquistate a poco prezzo nei grandi store di casalinghi.

Ma vogliamo mettere il fascino delle tazzine vintage?

Deliziose porcellane su cui sbocciano intrecci di fiori dai colori delicati o accesi, avvolgenti petali di rose incorniciati da profili in oro e bordi ondulati, e poi raffinati motivi che richiamano le trame dei merletti o di un decoro cinese: sono piccoli tesori d’epoca che restituiscono un’atmosfera romantica e bucolica, o una misteriosa nota d’Oriente, e… sì, ci fanno sentire tutte un po’ principesse e un po’ Alice nel paese delle meraviglie!

E allora, anche se non le usi più per versarci il tè, perché non pensare a un riciclo creativo di queste tazzine? Con il fai da te e la passione per il vintage puoi trasformarle in candele shabby da favola!

Per il riuso delle tazzine ti servono poche cose che troverai facilmente in qualsiasi negozio di bricolage, a cominciare dalla cera: la più usata per candele fai da te è la paraffina, venduta in scaglie o in cubetti bianchi e inodore, che una volta fusa potrai colorare sciogliendoci dentro apposite pastiglie di cera (o anche pezzi di pastelli a cera) e profumare con qualche goccia dell’essenza che preferisci.

Ovviamente, se sei una creativa con poco tempo e mille cose da fare, puoi sempre optare per una cera già colorata e profumata, pronta per essere sciolta in un pentolino a bagnomaria senza passaggi ulteriori (ricordati solo di rimestare in cottura con un cucchiaio d’acciaio).

Altra dritta: per rendere la candela più dura e per farla bruciare in modo uniforme, sciogli insieme alla paraffina un 10% di stearina (anche questa venduta in scaglie), o acquista una cera che già contiene questa sostanza.

Bene, la tua candela shabby è quasi pronta, ma manca ancora qualcosa: per accenderla c’è bisogno dello stoppino, un filo di cotone imbevuto nella cera che andrà applicato sul fondo della tazzina con un apposito fissatore.

Anche in questo caso, puoi comprare uno stoppino già pronto o realizzarlo da te, ma fai attenzione alle sue dimensioni, che devono essere adeguate sia per lunghezza che per diametro a quelle della candela. Dopo aver fissato lo stoppino, tienilo in posizione ponendolo fra due bastoncini di legno (appoggiali sul bordo della tazza) e infine versa la cera calda nella tazzina, magari aiutandoti con un imbuto o un beccuccio in acciaio.

La cera è raffreddata e allora… si spengano le luci: le tazzine vintage sono diventate candele shabby e la tua casa è quella di una principessa sognante e molto creativa.

Sul blog di Meg Perotti puoi vedere come si fanno le candele nelle tazzine vintage.

Foto

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.

Ti è piaciuto questo articolo?
Questi sono altri articoli che potrebbero interessarti!

You may also like