Come si sverza il fianco di un mobile

Marco, un mio studente appassionato di restauro come te, mi scrive: Carlo che cos’è una sverza e come si sistema una fessura in un legno massello? Bene, ho tratto alcune immagini dal corso online  “Come restaurare le spaccature”  per mostrarti cos’è una sverza e come si usa per chiudere una spaccatura.

In questo caso si tratta del fianco di un comodino di stile Luigi Filippo. Chi conosce i mobili costruiti in questo periodo sa che sia per il metodo di costruzione, sia per gli spessori usati spesso le superfici si spaccano. Quando è possibile e dopo aver rinforzato l’interno del mobile si procede alla sverzatura della spaccatura.

Cos’è una sverza?

La sverza è un cuneo tagliato lungo la vena del legno, in questo caso noce, che viene inserito nella spaccatura per compensare la naturale calatura del legno che ha provocato la spaccatura.


Dopo aver pulito la spaccatura, rinforzato l’interno del mobile in prossimità della spaccatura e preparata la sverza

come si sverza il fianco di un cassettone-artedelrestauro.it
Incolla sia la spaccatura che la sverza, in questo caso io uso una colla vinilica, su mobili più antichi usa la colla a caldo


Falla penetrare in profondità, e, se necessario, fissala con dei chiodi finché la colla non sarà asciugata


Lascia asciugare la colla, i tempi di asciugatura sono in funzione della temperatura dell’ambiente, per una sverzatura io lascio sempre asciugare almeno 24 ore.


Con una pialla togli la parte di sverza che non è penetrata nella fessura, attento a non rovinare la superficie del mobile che devi mantenere in patina il più possibile


Rifinisci con uno scalpello tagliente. Attenzione! Le mani devono stare sempre dietro la lama e mai davanti


Livella i due piani della spaccatura e la sverza con una rasiera di acciaio. La rasiera è uno strumento insostituibile nel restauro


Finisci di fino con una carta abrasiva non troppo aggressiva, cerca di lavorare solo sulla parte interessata alla sverzatura


Ecco il risultato finale, la parte lavorata andrà stuccata e preparata adeguatamente prima della lucidatura

Hai visto come è facile? Basta avere un maestro al tuo fianco che ti mostra come si fa. Scopri i segreti del restauro con i corsi dal vivo oppure con i corsi online di Arte del restauro.

Il maestro Carlo

Iscriviti
alla newsletter

Vorresti restaurare il tuo primo mobile ma non sai da che parte iniziare? Oppure hai già restaurato qualcosa, sei soddisfatto, ma hai ancora mille dubbi. Ora sei nel posto giusto!

Iscriviti per ricevere subito il corso gratuito «I 7 pilastri del restauro»

> Iscrivendoti accetti la nostra Privacy Policy

> Se non ti arriva la mail controlla anche lo spam e le schede Promozioni e Aggiornamenti di Gmail.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su
Facebook
Pinterest
Twitter

Mi chiamo Carlo Ferrari e da oltre 20 anni mi occupo di restauro e antiquariato.

Un giorno ho deciso di fare della mia passione il lavoro del mio futuro. Un hobby, una passione proprio come te.

Oggi posso dire di essere un restauratore affermato, ho molti clienti privati, lavoro per istituzioni e per alcuni grandi antiquari.